Loading....

Delegazione della Lega e il candidato sindaco Luca Giampieri presso il caseificio Chiodetti

Lega Civita Castellana insieme al coordinatore provinciale Sen Umberto Fusco, una delegazione di senatori Lega e al candidato sindaco Luca Giampieri, si sono recati presso il caseificio Chiodetti.
Il proprietario, Gianni Chiodetti nel mostrare la sua azienda con la linea di produzione casearia, ha spiegato che trasforma ogni giorno circa 6mila litri di latte, di pecora e mucca. Utilizza solo latte fresco di raccolta, a chilometro zero proveniente da tutta la Tuscia.
Il marchio Chiodetti presente da oltre 50 anni ha partecipato a manifestazioni fieristiche come Cibus, Salone del Gusto, Tuttofood.
Dopo, cena presso l’Agriturismo Rio Coverino, dove i senatori Lega hanno augurato una proficua campagna elettorale ai candidati alle prossime elezioni amministrative del 20 e 21 Settembre.

Il Vicepresidente di Forza Italia a Civita Castellana

Ieri pomeriggio Forza Italia di Civita Castellana ha avuto come ospite il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani.

Dopo il taglio del nastro, per inaugurare il comitato elettorale di piazza Matteotti, si è tenuto un incontro con i candidati alle prossime elezioni amministrative, con i rappresentanti delle categorie produttive e con i cittadini.

Presente anche il senatore Francesco Battistoni che ha ribadito la propria disponibilità ad aiutare il proprio territorio e il sostegno alla lista di Forza Italia che si presenterà alle urne il prossimo 20 e 21 settembre: “Qui a Civita Castellana è stata creata un squadra composta soprattutto da giovani che hanno già alle spalle un’esperienza politica e professionale. Questo li aiuterà a governare bene Civita Castellana”.

“Esprimo la mia personale gratitudine al senatore Battistoni e al presidente Tajani – continua Claudio Parroccini capolista di Forza Italia – che hanno sempre dimostrato vicinanza ed attenzione al nostro territorio, sostenendolo con ogni mezzo disponibile”.

Il candidato sindaco Luca Giampieri durante il suo intervento sì è dichiarato molto ottimista: “Siamo molto soddisfatti di essere riusciti a riunire tutti i partiti di centro destra in un’unica coalizione intorno ad un programma condiviso da portare avanti per il bene di Civita Castellana. E’ una grandissima responsabilità quella che ci troveremo ad affrontare, ma la squadra che è stata formata ha tutte le competenze per riuscire.”

“Battistoni e Tajani sono sempre stati presenti per il partito di Civita Castellana, hanno sempre risposto alle mie chiamate e sicuramente continueranno a farlo all’indomani del voto” così il coordinatore locale Domenico Parroccini.

Subito dopo la presentazione della lista e l’incontro con i cittadini, sempre al ristorante la Corte 23 di via Garibaldi, Antonio Tajani ha incontrato i rappresentati delle categorie. Momento di grande condivisione di progetti a breve e lungo termine che le parti hanno fissato.

Prossimo appuntamento per Forza Italia di Civita Castellana è giovedi 10 alle ore 20.30 che vedrà l’arrivo del coordinatore nazionale dei giovani Marco Bestetti a sostegno della lista e del candidato alla carica di sindaco.

Coordinamento Forza Italia Civita Castellana

Il capogruppo alla camera Francesco Lollobrigida a Civita Castellana per Giampieri

Proseguono, a ritmo serrato, gli incontri sul territorio del candidato sindaco del centrodestra Luca Giampieri.

Ieri, insieme al capogruppo alla Camera, Francesco Lollobrigida e al coordinatore provinciale Massimo Giampieri, è stata la volta della visita al museo Moto dei Miti all’interno della ceramica Althea.

Con la guida del titolare dell’azienda, Genesio Bevilacqua, Lollobrigida e Giampieri hanno conosciuto il mondo straordinario delle moto collezionate nel corso degli anni da Bevilacqua, proprietario, tra l’altro, del team Althea che nel 2011 ha vinto il mondiale Superbike.

Tra queste decine di Ducati da corsa appartenute ad alcuni dei più grandi campioni di sempre: Loris Capirossi, Casey Stoner, Max Biaggi, Troy Bayliss, Carl Fogarty, Giancarlo Falappa ed alcune particolarmente rare, come la Honda Nr a pistoni ovali o la Bimota Tesi con forcellone anteriore.

La giornata si è chiusa con la manifestazione, in piazza Matteotti, di tutte le liste a sostegno della candidatura: oltre a Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia e lista civica SiAmo Civita.

Giampieri, sul palco con Matteo Massaini (Lega) e Claudio Parroccini (Forza Italia) ha elencato le priorità del programma elettorale condiviso, dal rifacimento del distretto industriale alla salvaguardia dell’ambiente, dalla valorizzazione dell’antica tradizione ceramica al rilancio del centro storico attraverso l’ incremento delle botteghe artigiane e la creazione di un museo diffuso delle maschere di Carnevale.

Un programma articolato in dieci punti con un unico obiettivo: riportare Civita Castellana al ruolo da protagonista che le spetta di diritto.

Fratelli d’Italia – Civita Castellana

Luca Giampieri: “Dieci punti, un unico obiettivo: ridare alla città il ruolo da protagonista”

Il candidato del centrodestra, sostenuto da quattro liste, Fdi, Forza Italia, Lega e lista civica SiAmo Civita, punta su sicurezza, politiche sociali e sviluppo

 

Luca Giampieri  

39 anni, laureato in legge, si occupa di consulenza in uno studio notarile.

Il suo percorso politico parte da lontano: iscritto al movimento giovanile all’età di 16 anni, si è fin da subito impegnato nel sociale.

 

“Ho appreso cosa significa la militanza politica, cosa rappresenta la destra sociale che incarniamo oggi, stare in mezzo alla gente per ascoltarne le esigenze e cercare di risolvere i loro problemi.

Crescendo ho avuto l’onore di rivestire l’incarico di responsabile provinciale del movimento giovanile che aveva come presidente nazionale proprio Giorgia Meloni, oggi leader del nostro partito in fortissima crescita in termini di consenso.

Dopo mio nonno Enrico e mio padre Massimo sono la 3ª generazione di Giampieri ad essere eletto al consiglio comunale, ruolo portato avanti negli ultimi 6 anni”.

 

Quale sarà la linea guida della sua azione amministrativa?

“Intendere Civita Castellana come un laboratorio di idee per il progresso.

L’azione amministrativa sarà incentrata sulla sicurezza, lo sviluppo e il rilancio del turismo, del commercio e dell’industria ceramica con il suo indotto.

Particolare attenzione sarà dedicata al connubio con la tradizione e le radici dell’antica terra Falisca.

Per questo motivo ci impegneremo da subito per la valorizzazione del centro storico, attraverso incentivi e/o sgravi fiscali per apertura di nuove attività, favorire l’incremento delle botteghe artigiane e la creazione di un museo diffuso delle maschere di Carnevale nei locali sfitti.

Un programma articolato in dieci punti con un unico obiettivo: riportare Civita Castellana al ruolo da protagonista che le spetta di diritto”.

 

La primissima cosa da mettere in campo per Civita Castellana? Cinque priorità imprescindibili del suo programma?

“A Civita bisogna riportare le persone al centro della vita politica ed amministrativa. Per questo il nostro programma è incentrato sulla difesa dei cittadini e della legalità, che rappresentano per noi un dogma imprescindibile; sull’attivazione di una serie di politiche sociali a tutela della famiglia e a sostegno della disabilità; su una riorganizzazione ed un  potenziamento della pianta organica e della struttura amministrativa.

Per raggiungere questi obiettivi abbiamo scelto una lista di persone accuratamente selezionate, di comprovata esperienza politica e di indubbie qualità personali, morali e professionali.

Puntando sulla diversificazione dei candidati abbiamo voluto dare massima rappresentanza a tutte le categorie sociali: università, imprenditoria, industria, artigianato, libera professione, commercio e lavoro dipendente. L’alta diversificazione delle competenze e delle realtà da cui provengono i nostri candidati ci permette di avere una visione d’insieme e una conoscenza della realtà territoriale che certamente rappresenta un unicum nel panorama politico nostrano”.

 

Quali caratteristiche deve possedere un buon sindaco? Come dovrebbe relazionarsi con i propri cittadini? 

“Mi è stato insegnato da sempre come stare in mezzo alla gente per ascoltarne le esigenze e cercare di risolvere i loro problemi.

Un buon sindaco deve rappresentare i cittadini che hanno riposto in lui la loro fiducia e rappresentare la comunità, per uno scopo comune, il bene del proprio paese…”

 

Perché i civitonici dovrebbero votarla? 

“Per senso di responsabilità verso il mio paese. Civita Castellana non sta vivendo un buon momento ed il nostro senso di responsabilità non ci permette di rivestire ancora una volta il ruolo di comprimari.

Nel panorama cittadino pochi partiti politici possono eguagliare la storia ed il radicamento sul territorio che la coalizione di centrodestra è in grado di esprimere.

Scegliendo Noi e le proposte contenute nel nostro programma si sta sposando un progetto con solide fondamenta in grado di puntare in alto e con la voglia di pensare in grande per una città migliore che possa essere finalmente valorizzata ed amministrata da una classe dirigente in grado di portarla ad un livello mai raggiunto prima”.

 

Annamaria Lupi

Back To Top